Viale Gorizia, 29 Roma - tel. 0685354165
MOSTRA DI LUCIA SFORZA

Per tutto dicembre: mostra di Lucia Sforza.
Il riferimento delle tavole, realizzate con la tecnica dell'acquaforte, è il
poema epico Sumero "L'epopea di Gilgamesh".
La storia del celebre re di Uruk in Mesopotamia rimanda ad una antichissima ed
importante civiltà come quella sumera, ed in senso più esteso alle civiltà
della mezzaluna fertile, l'odierna iraq, testimonianza contemporanea della
mancanza di memoria sulle comune radici delle nostre civiltà. In una
dimensione frammentata di vicende umane tutte portatrici di "Mille storie",
di diverse etnie e di realtà difficili e precarie, di genti in fuga dal
proprio mondo da condizioni di vita inaccettabili e dalla guerra, il racconto
di Gilgamesh rappresenta il fondamento dello svolgersi dell'azione umana:
"una preoccupazione... nei confronti della mortalità, oltre la ricerca della
conoscenza e di una via d'uscita dalla sorte comune dell'uomo".
(N.K.Sandars).

Lucia Sforza si è diplomata all'Accademia di Belle Arti di Roma – corso di
Pittura – ed ha approfondito la conoscenza delle tecniche dell'incisione con
varie borse di studio. Dal 2000 ha partecipato a vari stage di illustrazione,
spesso legati alle tecniche calcografiche, a numerose mostre di illustrazione  
e incisione.