Viale Gorizia, 29 Roma - tel. 0685354165
LA CASA DI TUTTE LE GUERRE (S. TASSINARI - CORBACCIO)

Non lasciatevi ingannare dal titolo cupo e dalla copertina di gusto discutibile: questo libro è un incanto! Questa storia deliziosa è ambientata in Italia, ma ci trascina spesso in Inghilterra, tocca gli anni '60, i mitici anni dei Beatles, delle donne in minigonna, dei capelloni comunisti. Silvia, una ragazzina di dieci anni e mezzo (non undici, ci tiene sempre e giustamente a precisare), cattura il lettore dalle prime righe con la sua spensieratezza, la curiosità, la simpatia, e la purezza della sua infanzia. È una tipetta gustosissima, e nell'estate più avventurosa della sua vita, in casa in campagna dalla nonna, si ritroverà a scoprire una storia incredibile: i segreti e i pezzi mancanti della storia della sua famiglia. Mettete insieme una villa detta "la casa di tutte le guerre" perché in passato era stata il quartier generale di diversi eserciti, enorme palazzo da esplorare, una nonna inglese tutta di un pezzo, una zia strampalata, una domestica
massiccia e solida tanto nell'aspetto fisico quanto nel carattere, una zia "matusa, zitellona e mezza santa", due splendide ragazzine che diventano amiche nonostante tutti vogliano impedirglielo. Provate a immaginare le note di Yellow Submarine che invadono prepotenti dall'Inghilterra e coprono i borbottii delle donne di paese vestite di nero che sparlano da dietro le persiane socchiuse delle finestre.
Con una narrativa fresca e acuta, questa scrittrice italiana racconta una storia commovente, positiva, divertente, ricostruisce atmosfere frizzanti e vivaci, ci regala sonore risate, e, se stiamo attenti, ritroviamo tra le pagine anche gli echi della grande letteratura americana, da Harper Lee a McEwan.
Questo libro è una piacevolissima sorpresa. Brillante!

Serena