Viale Gorizia, 29 Roma - tel. 0685354165
HO LASCIATO ENTRARE LA TEMPESTA (HANNAH KENT, -PIEMME)

Il freddo Ŕ tema pregnante di questi giorni. Ma provate ad immergervi nell'Islanda dell'Ottocento, dove si viveva in case basse, piene di spifferi, distanti l'una dall'altra decine di chilometri, dove si cercava di essiccare o salare tutto ci˛ che la terra e le sue creature donavano nei pochi mesi di prosperitÓ per i lunghissimi inverni bui, dove la realtÓ diventava storia e leggenda, si amplificava distorceva e mutava come il suono del vento tra le valli. In questa Islanda vive Agnes Magnusdottir, Agnes che Ŕ stata condannata a morte per aver ucciso Natan Ketilsson, il guaritore, Natan-Satan, un uomo amato e temuto con la stessa intensitÓ da chi lo conosceva.  La storia Ŕ non solo quella
dell'ultima condannata a morte in Islanda, ma la storia di una condizione, quella delle donne ma anche degli uomini in una realtÓ durissima, eppure con una sua vitalitÓ ed una sua poetica potentissime.
Un libro di certo non allegro, ma di fortissimo impatto, un inno alla forza del pensiero, dei ricordi e della narrazione che ci rende liberi al di lÓ della nostra condizione materiale.

Vale G